La Divina Commedia di Dante Alighieri - sacco

Ed elli a me: "La tua cittÓ, ch'Ŕ piena
d'invidia sÝ che giÓ trabocca il sacco,
seco mi tenne in la vita serena.
Voi cittadini mi chiamaste Ciacco:
per la dannosa colpa della gola,
come tu vedi, alla pioggia mi fiacco.
(INFERNO - CANTO SESTO vv. 49 e segg.)


tra le gambe pendevan le minugia;
la corata pareva e 'l tristo sacco
che merda fa di quel che si trangugia.
Mentre che tutto in lui veder m'attacco,
guardommi, e con le man s'aperse il petto,
dicendo: "Or vedi com'io mi dilacco!
(INFERNO - CANTO VENTESIMOTTAVO vv. 25 e segg.)
GiÓ era il Caponsacco nel mercato
disceso gi˙ da Fiesole, e giÓ era
buon cittadino Giuda ed Infangato.
Io dir˛ cosa incredibile e vera:
nel picciol cerchio s'entrava per porta
che si nomava da quei della Pera.
(PARADISO - CANTO DECIMOSESTO vv. 121 e segg.)




Indice dei canti
Sinonimi



sacerdozio
sacra
sacrata
sacrate
sacrato
sacre
sacri
sacrificio
sacro
sacrosante


N.B.: Tutte le informazioni sono fornite su base "as is", senza alcuna garanzia riguardo alla loro esattezza.




sovra me starsi che conducitrice sovra me, come pria, di caro assenso sovra pensier, da sÚ dilunga il segno, Sovra questo tenea ambo le piante sovra SennacherÝb dentro dal tempio,
Un canto a caso

Home Cities of the world Wpr Photo Gallery Sinonimi Ricette Calendario anno 1814