La Divina Commedia di Dante Alighieri - sacco

Ed elli a me: "La tua cittÓ, ch'Ŕ piena
d'invidia sÝ che giÓ trabocca il sacco,
seco mi tenne in la vita serena.
Voi cittadini mi chiamaste Ciacco:
per la dannosa colpa della gola,
come tu vedi, alla pioggia mi fiacco.
(INFERNO - CANTO SESTO vv. 49 e segg.)


tra le gambe pendevan le minugia;
la corata pareva e 'l tristo sacco
che merda fa di quel che si trangugia.
Mentre che tutto in lui veder m'attacco,
guardommi, e con le man s'aperse il petto,
dicendo: "Or vedi com'io mi dilacco!
(INFERNO - CANTO VENTESIMOTTAVO vv. 25 e segg.)
GiÓ era il Caponsacco nel mercato
disceso gi˙ da Fiesole, e giÓ era
buon cittadino Giuda ed Infangato.
Io dir˛ cosa incredibile e vera:
nel picciol cerchio s'entrava per porta
che si nomava da quei della Pera.
(PARADISO - CANTO DECIMOSESTO vv. 121 e segg.)




Indice dei canti
Sinonimi



sacerdozio
sacra
sacrata
sacrate
sacrato
sacre
sacri
sacrificio
sacro
sacrosante


N.B.: Tutte le informazioni sono fornite su base "as is", senza alcuna garanzia riguardo alla loro esattezza.




E quel che segue in la circunferenza e quel che spera ogni fedel com'io, E quel che vedi nell'arco declivo, e quel conoscitor delle peccata e quel consiglio per migliore approbo
Un canto a caso

Home Cities of the world Wpr Photo Gallery Sinonimi Ricette Calendario anno 1964